Uscita didattica

16473891_10212004829586475_1292327250929059925_n

Lo sapete una cosa? A me non va più di stare in classe. Non mi va più di stare seduta ore a correggere compiti. Ho un bisogno abissale di uscire, di camminare, di vedere cose nuove e interessanti. Oggi la giornata è stata proficua. Ho visitato,sotto un punto di vista diverso, un quartiere che fa parte tutto sommato della mia storia. Sono stata un’alunna modesta del Liceo Pilo Albertelli. Ho poi incrociato il quartiere anche per un lavoro di informatizzazione degli archivi della Soprintendenza Comunale, che includevano i taccuini degli ispettori, che, negli anni della proclamazione di Roma Capitale, assistettero agli scavi frettolosi fatti in zona per poi ricoprire tutto e costruire i palazzi, che avrebbero accolto tutti gli impiegati che da Torino si sarebbero qui trasferiti.Ai loro occhi apparve per poi subito scomparire una Roma fatta di mura serviane, acquedotti, necropoli, ville aristocratiche. In effetti l’Esquilino ancor oggi è un pezzo romano della città sabauda.Con i portici e l’Acquario Romano in stile liberty.
Però oggi è diventato un quartiere prettamente multietnico: ristoranti cinesi, indiani, cingalesi, arabi. Luoghi di culto buddisti e islamici (oltre alle numerose chiese come S.Maria Maggiore, dove, ho scoperto oggi riposa addirittura il Bernini, che abitava in zona). Un mercato dove puoi trovare merci e uomini di tutti i colori e di tutte le provenienze. All’interno un giardino con un albero di cachi miracolosamente scampato al disastro nucleare in Giappone e un Albero della Bodhi, ossia quello sotto il quale Siddhartha Gautama, il maestro religioso fondatore del buddhismo, in seguito noto come Buddha, giunse alla bodhi (illuminazione).
Non so se l’esperienza sia piaciuta ai miei alunni (c’è chi ha chiacchierato continuamente e non ha sentito un briciolo di spiegazione…e mi dispiace per loro, perché so che se avessero sentito gli sarebbe piaciuta molto). Spero che quelli che sono stati attenti si siano accorti di una cosa…di quanto è bello il mondo nella sua varietà, nella sua multietnicità e multiculturalità. E che cosa ci perdiamo quando rifiutiamo la diversità

Annunci

Informazioni su unaparoladesuetaalgiorno

Eccomi qua! Dopo aver perso numerosi blog..il primo “mangiato” da un sito porno, l’altro da una pagina stupida. Per anni poi ho scritto su Fb, dove dirigo e amministro una pagina dallo stesso nome di questo blog. Ma quello che scrivi su Fb è come scriverlo sull’acqua, Sono un’insegnante, ex-archeologa. Amo le cose belle e la penso come Keats “Verità è Bellezza etc.etc.”. Credo nell’educazione e nel rispetto. Sono un po’ noiosa e ogni tanto mi arrabbio. Tanto
Questa voce è stata pubblicata in Scuola, Uncategorized, Vita quotidiana e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...